Italia Solidale - Mondo Solidale

News

Ritrovare la meraviglia della vita

20221108-Maasai bambino - missione italia mondo africa solidale

La vita è una meraviglia. Ogni persona vuole solo dare e ricevere amore, lo vediamo in ogni bambino. Ma la storia dimostra che questa meraviglia non è mai stata colta, né pienamente vissuta, ed oggi meno che mai. Abbiamo sempre avuto una cultura falsa che mette l’economia prima di Dio e della persona; una scienza atea che non vede Dio e l’anima; una spiritualità di scribi e farisei, “ladri e briganti” che si mettono al posto di Dio e della persona. Nessuno ha mai visto né risolto questi gravissimi errori ed essi si sono ingigantiti di generazione, in generazione, provocando confusione, violenza, malattie e morte sempre crescenti. Oggi, senza che nessuno abbia capito o voluto, siamo arrivati alla III guerra mondiale, alla distruzione del pianeta con l’inquinamento industriale che ha favorito, tra l’altro, lo sviluppo di virus sempre nuovi e sempre più micidiali come L’AIDS, il Covid o l’Ebola, che ha già invaso l’Uganda minacciando l’Africa e il mondo.

 

La storia dimostra che “La vita non s’inganna”. Sabato 5 novembre migliaia di persone a Roma e Milano, hanno manifestato contro la guerra. E’ stato importante, ma non basta. Oggi, come ieri, è assolutamente necessario vedere e risolvere tutti questi errori secolari che sono incisi dentro di noi e che sono la prima causa di ogni sofferenza, malattia e guerra. Questi errori non vengono da una scelta razionale, ma da condizionamenti inconsci mai visti né risolti, perché la realtà di Dio e della Sua creazione nell’inconscio di ognuno è sempre stata ignorata. Solo nel secolo scorso la scienza è arrivata a scoprire l’inconscio, ha visto che in esso risiede il 90% delle nostre energie che poi, con il loro modo d’essere, irrorano la mente cosciente. Gli scienziati, però, non hanno collegato l’inconscio a Dio e alla Sua creazione nella persona. Per questo, ancora oggi, c’è grande ignoranza e micidiale confusione.

Davanti a questa realtà ringrazio Dio per l’esperienza di p. Angelo Benolli, Oblato di Maria Vergine, consacrato a Dio attraverso la Madonna perché ognuno trovi la propria salute e per far fuori gli errori secolari della scienza senza Dio e senz’anima e della falsa fede dei “ladri e briganti”. Si tratta di un’esperienza fondamentale. Il bisogno primario di ogni persona, infatti, è sempre stato quello di ritrovare la propria salute con Dio e di vedere e risolvere gli errori secolari della falsa fede legalistica e della falsa scienza atea che da sempre colpiscono ognuno dello spirito, nell’anima, nel sesso, nei nervi, nel corpo e nella mente. Solo con questa base, infatti, si può uscire dagli inganni secolari, si  può ritrovare la vera fede, la propria identità, si possono avere vere relazioni d’amicizia e d’amore e un lavoro creativo e di servizio. Solo su questa base si può essere veri scienziati e veri credenti per portare la scienza alla fede e la fede alla vita. Solo così si può essere autenticamente missionari. Questa esperienza è la sostanza  della nuova e completa antropologia e del nuovo modo di far missione e adozione a distanza che P. Angelo ha sviluppato con il “Carisma da vivere e proporre”, con le comunità eucaristiche e missionarie e con i gemellaggi mondiali. Su questa base ha fondato “Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo Sviluppo di vita e Missione” che oggi sostiene la vita di più di 2.500.000 di persone, tutte laiche e missionarie, in oltre 144 missioni dell’Africa, dell’India e del Sud America ed in tutti i territori italiani.

Sin da bambino p. Angelo ha avuto la grazia di percepire continuamente la primazia di Dio con lui e lui con Dio per la carità. In questo è stato sostenuto  dalla meraviglia del lago e delle montagne del posto in cui è nato. In 91 anni di vita, 63 di sacerdozio, 54 d’incontri quotidiani per molte ore con persone di ogni cultura e religione, ha sempre mantenuto questa primazia. Nel suo libro “10 punti di sviluppo di Vita e Missione” scrive: «La vocazione è una chiamata interiore ad avere dei rapporti, senza perdere la propria persona ed il rapporto con Dio. Dio è in noi attraverso la natura, che ha creato meravigliosa».  Avendo questa base, quando nei suoi incontri quotidiani con tante persone, ha toccato con mano la grande sofferenza delle persone e ha visto l’impotenza della scienza atea e della fede degli “scribi e farisei”, non si è adattato, ma hai cercato una nuova e completa cultura di vita in Dio, valida per ogni persona, a costo di stare molti anni da solo con Dio come Abramo. In questa esperienza unica di libertà, grazia e carità, è arrivato a compiere le grandi e numerose scoperte scientifiche, antropologiche e missionarie contenute nei suoi libri, documenti e video.

Pensiamo al cambiamento dell’inconscio di Freud con l’Io potenziale che contiene l’albero della vita con le meravigliose e interconnesse energie di Dio, dell’anima, del sesso, dei nervi, del corpo e della mente. Pensiamo alle comunità eucaristiche e missionarie di 5 famiglie che si riuniscono ogni settimana con i suoi libri e documenti, per condividere, pregare e sostenersi nella carità verso i fratelli vicini e lontani. Pensiamo infine alle adozioni a distanza con i gemellaggi mondiali dove le famiglie italiane salvano le famiglie del Sud del mondo e sono salvate da loro con l’amore; dove le comunità dell’Africa, dell’India e del Sud America si adottano a distanza a vicenda; dove anche le famiglie povere del Sud del mondo trovano donatori locali per bimbi di altri continenti dando vita ad una comunione mondiale che non c’è mai stata ed è il fondamento autentico ed indispensabile della pace mondiale. Con queste ed altre grandissime scoperte, p. Angelo ha unito scienza e fede ed oggi possiamo vedere la creazione di Dio, la potenza della redenzione di Cristo e l’opera continua dello Spirito santo nell’inconscio di ogni persona. Oggi, con i suoi libri, documenti e video ogni persona, in ogni angolo del mondo, a qualsiasi condizione, cultura o religione appartenga, può vivere l’ esperienza della libertà dagli inganni secolari, della relazione con Dio come Abramo, della vera salute, del vero amore e della vera missione. Questo è dimostrato de centinaia di testimonianze che arrivano ogni giorno dall’Italia e da tutti i continenti.

20220811-africa gemellaggi-africa mondo italia solidale

Nel suo ultimo documento, “Abbiamo bisogno di stare con Dio come Abramo”, scritto insieme a Davide de Maria, vediamo chiaramente questa realtà. In questo documento p. Angelo mostra come “…lo sviluppo missionario viene solo da Dio e dalle persone missionarie, come Abramo in Dio” e pone in evidenza che il grandioso sviluppo di “Italia Solidale – Mondo Solidale”, che è arrivata a 2.500.000 persone in 144 missioni e in tutti i territori italiani e sta andando ancora oltre, viene proprio dal punto semplice e immenso della missionarietà naturale di ogni persona che permane con Dio come Abramo. Partendo da questa missionarietà naturale, ogni anno, ogni zona nel Sud del mondo ed ogni territorio in Italia formano due nuove comunità.

È una realtà dello Spirito che p. Angelo ha colto attraverso la sua esperienza concreta perché, con i suoi libri, documenti e video, centinaia di migliaia di persone hanno riscoperto la primazia di Dio con sé e sé con Dio e la missionarietà come modo naturale e completo di esprimere la propria sessualità di maschi e femmine nell’ amore, arrivando così a formare vere famiglie, comunità, zone, missioni e territori. Questa missionarietà è tipica di ogni persona ma è da sempre soffocata dalla dipendenza, dal clericalismo e dalla scienza atea. Ricoprirla e viverla personalmente è un’esperienza assolutamente necessaria perché solo vivendo questa esperienza di esprimere le proprie energie permanendo con Dio, come Abramo, nella carità agli altri, ogni persona può uscire dalle tenebre secolari della dipendenza e degli inganni secolari, da ogni povertà e da ogni guerra. Altro che manifestazioni di piazza o slogan!!! 

Un valore culturale e missionario particolare hanno i documenti: “Per la libertà, la dignità e l’indipendenza dei poveri nella carità eucaristica internazionale tra Italia, Africa, India e Sud America” e Scritto Antropologico per far sì che ci siano solo comunità missionarie che si aiutino nelle relazioni vere” e “Sostegno missionario alle comunità”. Con il primo documento, scritto nel 2016, p. Angelo ha chiamato ogni famiglia povera in Africa, India e Sud America, a trovare un donatore locale per un bambino ed una famiglia di un altro continente. Ha anche chiamato i volontari di “Italia Solidale” a trovare, in ogni territorio italiano, 10 persone degne che trovassero ciascuna altre 5 persone degne disposte a salvare un bambino nel Sud del mondo con l’adozione a distanza, per poi formare con loro comunità eucaristiche e missionarie anche nelle regioni italiane.  I poveri nel Sud del mondo hanno realizzato subito la loro missione. In Italia ci siamo arrivati a gennaio 2022. Ma lo Spirito missionario non si è fermato, perché c’erano ancora migliaia di bambini e migliaia di persone in tutto il mondo da salvare con il Carisma, le comunità ed i gemellaggi mondiali. 

Così, a febbraio 2022, con gli altri suoi due documenti citati, p. Angelo ha chiamato tutti i volontari di Italia Solidale e tutte le persone delle comunità italiane appena formate a trovare ogni mese, in ogni territorio, 12 nuove persone degne che salvassero 12 nuovi bambini per arrivare, entro marzo 2023, a completare tutti i gemellaggi mondiali ed a salvare, con le adozioni a distanza, i 12.000 bambini delle 144 missioni del Sud del mondo ancora non collegati ad una famiglia italiana. Per grazia di Dio, insieme a tante meravigliose persone degne in tutti i territori italiani,  stiamo realizzando questa missione ogni mese. Con il sostengo dei volontari di Italia Solidale e con i contenuti proposti da p. Angelo, moltissime persone in tutte le regioni italiane si sono riscoperte missionarie ed hanno coinvolto moltissime nuove persone dei loro territori.

Siamo partiti a febbraio 2022 con 78 territori. A ottobre 2022, con le migliaia di nuove persone coinvolte, siamo arrivati a 262 territori. Il cammino è ancora lungo, ma se permaniamo con Dio, a marzo 2023 ci saranno in Italia 384 territori e 3840 nuove comunità. Come p. Angelo mostra nel suo ultimo documento, questa è solo una tappa in un cammino perpetuo e infinito perché: “La zona ed il territorio che formano, ogni anno, due nuove comunità, sono un punto semplice missionario e centrale, perché saranno la base con cui si arriverà, anno dopo anno, alla salvezza di migliaia e migliaia di persone in tutto il Mondo e sempre più persone, in Italia e nel Mondo, potranno essere imprenditori missionari in Dio e nella carità.”.

Coinvolgetevi anche voi in questa meraviglia per ritrovare la vostra meraviglia nell’Amore.

Antonella Casini

Altre news

30/11/2022

Partecipare al Natale con il nostro natale

24/11/2022

LA FESTA DEL RE DEI RE

15/11/2022

È nei poveri la vera ricchezza

30/11/2022

Partecipare al Natale con il nostro natale