Italia Solidale - Mondo Solidale

News

Lettera di Natale e Buon Anno di P. Angelo Benolli

Lettera di Natale e Buon Anno di P. Angelo Benolli

per tutti i partecipanti a Italia Solidale – Mondo Solidale

 

Carissimi tutti,

Ho la gioia piena per tutte le grazie che il Signore ci ha dato. Vi ringrazio profondamente per la vostra dignità e per la vostra Carità nel salvare insieme a noi centinaia di migliaia di bambini, giovani, persone, famiglie, comunità di tutto il mondo. Oggi siamo 2.500.000 di persone in 144 missioni dell’Africa, dell’India, del Sud America e in tutte le regioni italiane. Insieme stiamo sperimentando una carità completa che soddisfa la fame dello spirito e del corpo e che salva anche la nostra vita.

Come moltissimi di voi già sanno, ho fondato “Italia Solidale – Mondo Solidale del Volontariato per lo Sviluppo di Vita e Missione” perché, in 62 anni di servizio come sacerdote, missionario, scienziato antropologo, ho toccato con mano l’immane sofferenza che tutti vivono oggi. Per 54 anni, infatti, ho incontrato ogni giorno, per almeno 8 ore, persone di ogni cultura e religione. In questa immensa ed unica esperienza, ho visto quanto le persone sono colpite nella fede, nell’anima, nel sesso, nei nervi, nel corpo e nella mente. Questa sofferenza non è frutto di una “colpa cosciente”, ma di una cultura secolare che mette al primo posto il “profitto” e fa fuori Dio e la persona. Nessuno ha mai visto né risolto questi micidiali errori di vita che si sono ingigantiti di generazione in generazione ed hanno fatto sì che le persone si allontanassero sempre più da Dio, da sé stesse, dalle vere relazioni. Questo ha prodotto la scienza senza Dio e senz’anima e la falsa fede degli “scribi e farisei”, che si sono messi al posto di Dio e della persona. Oggi la confusione è più forte che mai. Pensiamo all’ultimo rapporto dell’ONU che mostra come i disagi mentali colpiscono sempre più persone, specialmente adolescenti e bambini. Pensiamo alla nostra economia malata per cui l’1% della popolazione mondiale possiede il 90% delle risorse del pianeta, mentre nel Sud del mondo, ogni giorno, muoiono di fame 22.000 bambini. Pensiamo all’impotenza dei “grandi della terra” che non riescono a risolvere i drammi dell’umanità. Oggi il primo pane di cui le persone hanno bisogno è una cultura di vita nuova e vera, per uscire dagl’inganni secolari, tornare a Dio, a sé e all’esperienza di autentico amore.

 

Io sono un Oblato di Maria Vergine, consacrato a Dio attraverso la Madonna, perché tutti arrivino alla salute propria, con la cultura di far fuori ogni scienza senz’anima e senza Dio e ogni falsa religiosità di “ladri e briganti”. Per questo, non mi sono adattato alla cultura corrente, ma ho sempre cercato una risposta che fosse valida per tutti ed efficace per uscire dagl’inganni secolari della falsa scienza e della falsa fede. Il Signore ha benedetto il mio impegno e, mi ha portato a sviluppare il “Carisma di sviluppo di vita e missione”: una nuova e completa cultura di vita con grandissime novità come il cambiamento dell’inconscio di Freud con l’Io potenziale. Su questa base ho fondato “Italia Solidale – Mondo Solidale”, ho creato le comunità e il nuovo modo di fare adozione a distanza con i gemellaggi mondiali. Ho racchiuso tutti questi contenuti nei miei 10 libri, documenti e video.

Questa esperienza di sviluppo di vita e missione è subito arrivata in tutto il mondo. Nelle nostre 144 missioni del Sud del mondo e in tutte le regioni italiane, centinaia di migliaia di persone s’incontrano ogni settimana in comunità di 5 famiglie con i miei libri, per condividere, pregare e sostenersi nella carità. Tra questi ci sono anche moltissimi di voi. Grazie a questa esperienza voi poveri dell’Africa, dell’India e del Sud America siete usciti da inganni secolari come il clan, la poligamia, la cultura delle caste, l’alcolismo, il narcotraffico, la guerriglia. Con l’aiuto ricevuto dalle famiglie gemellate con l’adozione a distanza, avete anche potuto sviluppare piccole attività produttive scambiando poi i vostri prodotti nel capannone della missione, per essere sussistenti ed uscire dal giogo delle multinazionali. Ma non vi siete fermati: siete arrivati ad essere missionari! Io vi ho sempre sostenuto in questo. Dapprima ho chiesto ad ogni vostra comunità di “adottare a distanza” una comunità di un altro continente o stato e viceversa. Sono nate così le adozioni intercontinentali ed interstatali. Dal 2016 poi, ho chiesto ad ogni famiglia di ogni vostra comunità di trovare un donatore del posto per sostenere un bambino di un altro continente in un grandissimo scambio d’amore intercontinentale. Sono nate così le adozioni interfamiliari. Vi ringrazio moltissimo perché avete realizzato tutto questo e ringrazio di cuore anche tutti i fantastici donatori locali che si sono coinvolti.

Ringrazio Dio anche per ciò che è successo in Italia. Tanti di voi, meravigliosi donatori italiani, sostenuti dai miei scritti, dai volontari di “Italia Solidale” e dalle famiglie missionarie del Sud del mondo, avete creato comunità di 5 famiglie nei vostri territori. Oggi abbiamo comunità in ogni regione italiana e tutti coloro che ne fanno parte sono testimoni verso le persone del loro territorio per creare altre comunità, salvare altri bambini e altri italiani.

Questa eucarestia mondiale tra persone semplici di ogni continente, di ogni cultura e religione, tutti laici, non c’è mai stata prima e sta salvando l’umanità, più di tante “organizzazioni internazionali”. Tutti insieme comunichiamo anche attraverso le lettere e i collegamenti internet. Questa comunione ci ha anche aiutato a superare le prove della pandemia.

Ho la gioia piena per tutte le grazie che testimoniate nella vostra vita e che avete ricevuto attraverso le comunità e i gemellaggi delle adozioni italiane, intercontinentali, interstatali, interfamiliari. Ringrazio ancora Dio per voi italiani e per voi, persone dell’Africa, dell’India e del Sud America. Ringrazio specialmente per come, attraverso il Carisma di sviluppo di Vita e Missione, possiamo vivere questo Natale 2021 e l’anno 2022 che ci trova sempre più in comunità. Siamo finalmente sempre più in Eucarestia e nella Grazia del Padre, del Cristo e dello Spirito Santo e comunichiamo eucaristicamente tra tutti noi.

Questa vita, questa fede, questa carità è non solo la vera rinascita nostra con Dio e tra di noi, ma è anche la gioia della grande missione del nostro spirito con lo Spirito di Dio per sperimentare la libertà e la sussistenza nella grande carità dei “figli di Dio”. È questo il Natale che sperimento con voi. Così Dio è tra tutti noi. Vi ringrazio per quello che siete come salvezza per ogni persona, per ogni luce, per ogni fede e carità autentica mondiale. Grazie, grazie, grazie ad ognuno di voi e a tutti i fratelli che nella gioia e nella grazia incontriamo. Siamo persone nuove, comunità nuove, incontri nuovi, come la natura, la nostra anima e Dio vogliono.

Stiamo impostando una nuova umanità, fuori dalle dipendenze, dalle falsità, dalle malattie, dalle “ragioni”, dalle “leggi”, dalla falsità della scienza senz’anima e senza Dio e dalla falsa fede dei “ladri e briganti” che, come dice Cristo, mai rispettano la persona, e Dio.

Diamoci continuamente una mano per essere sussistenti, fuori da tutti i diavoli delle multinazionali e della sessualità d’incontri senz’amore. Questa è la missione, il Natale e il “Buon anno” per cui prego e che auguro ad ognuno di voi, ad ogni vostra comunità, famiglia e prego, con la Santa Trinità, che sappiate sempre ben amare e ben lavorare.

 

Buon Natale e buon anno 2022 ricco di Grazia, gioia e carità

20 Novembre 2021

Padre Angelo Benolli (Fondatore e Presidente di Italia Solidale – Mondo Solidale) 

 

Altre news

24/11/2022

LA FESTA DEL RE DEI RE

23/11/2022

Quando l’Amore brucia l’Anima. Lettera di Stefano Russo a p. Angelo Benolli

18/11/2022

TESTIMONIANZA DI ELIZABETH NARVAEZ, COLOMBIA SOLIDALE

24/11/2022

LA FESTA DEL RE DEI RE