Italia Solidale - Mondo Solidale

News

TESTIMONIANZA DI ELIZABETH NARVAEZ, COLOMBIA SOLIDALE

20221118 Elizabeth Narvaez-Marilena Ruiu-italia colombia mondo solidale
Elizabeth con la sua donatrice Marilena Ruiu a Torino

Caro ed ammirato PADRE ANGELO, vogliamo salutarvi chiedendo a Dio la Sua benedizione, e sotto il manto della nostra Madre, la Vergine Maria, ci stringiamo con gioia e umiltà per prepararci e partecipare a questa grande festa dei tuoi 91 anni di vita. L’11 ottobre è nato in Europa un sacerdote, missionario e profeta con l’amore più grande che Dio avrebbe potuto donargli, lo ha reso libero, per liberare questo popolo che è sotto il giogo dei condizionamenti e non può essere vero di fronte al valore meraviglioso della vita.

Con questa Nuova Cultura di Vita che per grazia di Dio tu P. Angelo hai prima di tutto sperimentato e poi ci hai donato, possiamo godere di un nuovo cantico, di una rinascita alla vita vera, quella già concepita fin dai primi trenta giorni, come vediamo nel bambino intrauterino(Cfr il libro La Famiglia non si inganna per approfondire). Ecco perché vogliamo augurarti tante benedizioni per il tuo compleanno, perché la tua vita e missione sta donando vera resurrezione di vita!

Ti vogliamo dire che ogni libro, ogni documento, ogni video, ogni audio e ogni singolo movimento missionario è stata una grazia per me come persona, per la mia coppia, per la famiglia e per ognuna delle famiglie e dei bambini delle nostre missioni qui a Florencia. In particolare il documento “Nuovo Sapere e Nuovo Potere” è stato una grande novità e di grande aiuto per ognuno di noi: con questi contenuti abbiamo potuto ritrovare Dio e il nostro Io Potenziale e sviluppare le nostre vite in moltissimi aspetti. Ti condivido P. Angelo che siamo una famiglia meravigliata e benedetta da questa missione. Io e mio marito Orhey abbiamo risolto cose immense che spesso ti ho raccontato e ancora ogni giorno lottiamo per risolverle, ma grazie a Dio e alla missione siamo delle persone molto diverse dal passato. Ora vediamo, prima eravamo ciechi; ora litighiamo per svilupparci, prima per distruggerci; ora lavoriamo per essere missionari e testimoniare la vita, prima eravamo testimoni di morte. Così Dio ci ha donato la grazia più preziosa che sono i nostri tre figli.

I tre figli di Elizabeth: Kimberly, Isabela e Juan Sebastian

Kimberly di 9 anni è stata stella di luce che ci ha permesso di trovare questa strada, aveva solo cinque mesi quando ci hanno raccontato di questa missione e oggi rafforza ogni giorno il suo spirito missionario, con il Carisma da vivere e proporre. Poi abbiamo avuto Isabela che ha quasi 2 anni e da qualche mese c’è anche Juan Sebastian. P. Angelo, io avevo fatto 3 aborti che mi stavano logorando la vita. Mio marito ha altri 5 figli con 5 donne. Oggi grazie alla missione posso dire che dopo tante disgrazie e disordine Dio ci ha donato tante grazie e un nuovo ordine di vita, di famiglia e di missione.

Tutta questa missione e questa esperienza è un’immensa speranza di vita per le nuove generazioni! Oggi comprendiamo che non siamo i genitori, i padroni del creato, come pensavamo prima. La Nuova Cultura di Vita che ci testimoni è intrisa di fede e di sostegno alla comunità e alla vera famiglia e tu, Padre Angelo, ci mostri chi dobbiamo onorare sempre e ci testimoni che dobbiamo permanere in continua relazione con il Nostro Padre Creatore, come manifesti nel libro dei 10 punti di sviluppo di vita e missione: “Tu sei grande, perfetto e potente in ogni Tua creatura, ovunque Tu sei presente con forza e amore, armonia e grazia nelle immensità dei cieli ed in ogni più piccolo fiore. Sento la Tua voce attraverso il vento, il cinguettare degli uccelli, ti scorgo negli immensi orizzonti delle montagne e del mare, sento il Tuo profumo nei fiori. Ti scorgo nel sole, nell’aria, nell’acqua e nelle fecondità dell’immensa terra”.

Solo con Dio c’è la forza che dà la vita e tutta questa natura preziosa va amata e rispettata e questa preziosità abbiamo potuto scoprirla meglio grazie a te P. Angelo, e la vediamo ben ordinata dentro ognuno di noi, attraverso le cinque forze dell’albero della vita che sono nel nostro inconscio e che sono il 90% dello sviluppo della nostra vita, e che quando non si è amati e si è spaventati, ci confondiamo finché non perdiamo l’incanto che è la vita.

La nostra figlia maggiore Kimberly comprende molto bene tutto questo, l’abbiamo dichiarata la nostra stella di luce, ama partecipare alla missione italiana e ci accompagna con grande devozione agli incontri che teniamo nelle nostre missioni locali. Noi come genitori gli diciamo sempre che siamo le sue guide ma che abbiamo sbagliato molte volte, che solo il Nostro Creatore ha fatto tutto con Coerenza e Ordine per servirci tutti senza giudicare il male o bene che facciamo, semplicemente ci ha donato tutto.

Oggi grazie a te P. Angelo e alla missione siamo chiamati ad “approfittare” di questa grande possibilità per essere stella che dona luce, e non esseri che esprimono e producono solo sofferenza. Dipende dalla forza della persona che collabora con Dio, perché la vita non si inganna e, come dici tu, chi la inganna paga con la sofferenza. Abbiamo una gioia immensa di aver potuto trovare questo percorso e di poterlo condividere con i nostri figli e con le tante famiglie che incontriamo ogni giorno.

La seconda bambina ha solo un anno e due mesi, si chiama Isabela; con lei abbiamo vissuto, grazie alla luce del Carisma, le forze naturali della vita! È una bambina molto forte, molto libera e indipendente e siamo curiosi perché non permette tanti abbracci o baci, vuole solo che partecipiamo alla sua indipendenza, questo ci sembra meraviglioso perché fin dal grembo non voleva essere disturbata, io dovevo sempre indossare abiti larghi, lei non voleva nulla che l’avrebbe schiacciata. Le due bambine sono nate con taglio cesareo e avevo deciso di non avere più figli, ma Dio è stato molto misericordioso con noi. Sono rimasta incinta di nuovo e abbiamo avuto un bellissimo bambino di nome Juan Sebastián, che ha due mesi. È stata una nuova esperienza, come un complemento allo sviluppo di questa famiglia, un vero bambinello d’Amore.

In tutto questo ho sperimento la bontà e il grande amore di Dio verso di noi poiché, per mia ignoranza, avevo interrotto lo sviluppo di tre gravidanze prendendo la decisione di abortire perché non volevo avere figli fuori dal matrimonio, non volevo essere lo scandalo della famiglia ed essere rifiutata e rimproverata e anche perché ho visto quanta sofferenza, maltrattamenti e le discriminazioni che vivono i bambini che devono convivere con i loro patrigni o matrigne.

È una grazia avere questa famiglia e ti ringrazio Padre Angelo, perché senza il tuo contributo alla nostra vita e il contributo di tutti i missionari che ti circondano e di tutti i donatori italiani, soprattutto per la carità della mia donatrice Marilena, noi non avremmo potuto seminare e raccogliere questi meravigliosi frutti, siamo molto benedetti per tutto l’amore che riceviamo e siamo chiamati a donarlo, a restituirlo nella missione locale e mondiale. Che Dio ci benedica tutti ogni giorno! È molto chiaro che se non lavoriamo in comunità, in gemellaggi e relazioni non sarà possibile sconfiggere tutti questi mali che causano la distruzione del creato.

Nella nostra vita e nelle nostre missioni abbiamo potuto sperimentare la verità dei tuoi libri e dei tuoi scritti. Nelle nostre care famiglie colombiane vediamo chiaramente la sofferenza quando le forze della vita sono ferite, quando non entriamo nel nostro inconscio e non rispettiamo la nostra anima. Così non potremo mai essere in grado di sperimentare il Vero Amore.

Non abbiamo capito la forza di Dio; non abbiamo trovato la forza dell’anima; la forza del sesso è stata completamente disturbata ed è sempre la più disturbata; le forze dei nervi e del corpo soffrono e si ammalano e la nostra mente non è più saggia. In particolare, la forza della sessualità ha segnato di più la mia vita perché era lì dove abbondava la mia sofferenza tanto che credevo di non essere degna di essere una donna. Oggi, per grazia di Dio, mi sento molto forte, molto benedetta e con un grande amore e questa esperienza di vita da condividere con tutti coloro che incontro lungo il cammino. Benedetto sia Dio! Benedetto sia tu, padre Angelo! Benedetta sia ogni persona che partecipa a questa meravigliosa missione.

Per rispettare tutta questa grazia e rendere viva la nostra fede, ci stiamo impegnando molto, un impegno per partecipare veramente ai gemellaggi, portando alla luce tutta la natura che è dentro di noi affinché l’Albero della Vita sia pieno di buoni frutti, rispettando la natura che è fuori di noi e che è centrale per la vita; stiamo lavorando per fare dei veri e intensi scambi anche nel capannone che, per grazia, oggi serve le tre missioni di Florencia Solidale.

Preghiamo e ringraziamo Dio e te P. Angelo perché in questo modo si arriva alla conversione completa e alla partecipazione completa e allo sviluppo completo della Creazione che abbiamo in noi.

Dal profondo del nostro cuore ti abbracciamo tutti! E ti abbracciano tutti i nostri bambini!

Dio benedica sempre questa missione, la tua persona, Maria Frau, Padre Stephen e tutto Mondo Solidale nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, Amen!

Elizabeth Narvaez

Gemellaggi mondiali in Colombia

Altre news

19/10/2022

TESTIMONIANZA DI MARIA SHERLY, BANGALORE SOLIDALE – KARNAKATA SOLIDALE

19/10/2022

Testimonianza di Manjunatha Tharundhanu, Bangalore Solidale-Karnataka Solidale

14/10/2022

Testimonianza di Reinaldo Pilcue, Colombia Solidale

19/10/2022

TESTIMONIANZA DI MARIA SHERLY, BANGALORE SOLIDALE – KARNAKATA SOLIDALE